News

Pilates: cos’è, benefici e come praticarlo

Il pilates è una ginnastica dolce adatta davvero a tutti. Non a caso viene consigliata per esempio alle persone che hanno sempre seguito una vita sedentaria e adesso hanno deciso di mettersi in forma. In ciò non significa però che i più sportivi non possono beneficiare di questa attività sportiva dolce.

Cos’è il pilates

Il pilates è un metodo fitness utilizzato a livello rieducativo, preventivo e in alcuni casi anche riabilitativo. Lo scopo di questa ginnastica è quello di migliorare la postura, così da rendere i movimenti più fluidi, migliorando anche il controllo stesso dell’equilibrio.

Molte persone non conoscono bene il pilates e, per esempio, da una parte lo ritengono un metodo moderno e dall’altro non sanno che, nonostante viene definita una ginnastica dolce, si basa in verità su dei principi piuttosto rigidi che vedono le proprie radici anche su una base filosofica e teorica.

Il pilates in verità nasce negli anni ’60 e in questi anni si è perfezionato, portando a un modello sempre più preciso e funzionante. Fu ideato da Joseph Hubertus Pilates con l’obiettivo di rendere le persone più consapevoli del proprio corpo e della propria mente. Da questo punto di vista forse a qualcuno può ricordare un po’ la tecnica yoga. In effetti Il sr. Pilates cercò proprio di unire i migliori aspetti delle tecniche orientali e le discipline occidenti per creare una ginnastica con delle basi scientifiche ma con i benefici delle pratiche orientali.

Come funziona il pilates

Ogni seduta di pilates ha una durata di circa 50 minuti. Può essere svolta a terra, sulle macchine oppure alternando i due metodi. Ogni esercizio nel pilates deve essere ripetuto dalle 5 alle 10 volte, in modo molto lento e preciso. Non è la fretta a governare questo tipo di ginnastica.

Un po’ come in qualsiasi altra attività fisica, l’espirazione e l’inspirazione sono parte fondamentale della pratica e servono a scandire il tempo e il ritmo che infatti deve essere molto preciso. Grazie alla respirazione vi è una miglior connessione tra corpo e spirito. La persona deve restare sempre concentrata, in modo tale che i muscoli reagiscano meglio. Serve anche saper controllare il centro del corpo, così da eseguire ogni movimento con la massima sicurezza. Il controllo migliora anche la coordinazione, la precisione e la fluidità.

Benefici del pilates, perché sceglierlo?

Perché scegliere proprio il pilates tra tanti tipi di sport che ci sono? Come abbiamo visto perché da una parte è adatto anche a coloro che stanno iniziando solo ora a praticare sport, oppure perché riprendono dopo tanto tempo. Senza dubbio però è una questione di affinità. I benefici pratici del pilates invece, quali sono?

A livello fisico grazie a questa attività sportiva dolce e lenta è possibile migliorare non solo lo stato di salute della muscolatura, ma anche prendere coscienza degli stessi, compresi quelli addominali che possono essere rinforzati. Molte persone si avvicinano al pilates principalmente perché aiuta a migliorare la flessibilità della colonna, con tutti i benefici che questo comporta. Come per esempio una stabilità migliore del bacino e delle spalle, ma anche un miglioramento della postura stessa.

Grazie al pilates vengono poi attenuati i dolori lombari o semplicemente a prevenirlo, in particolar modo tra chi ne è predisposto. Non mancano però i benefici anche a livello mentale e spirituale. Chi pratica pilates da tempo infatti ha dichiarato di provare un vero e proprio senso di benessere, perché permette di allontanare stress e ansia.

Palla pilates: cos’è e i benefici

Il pilates è noto alla maggior parte delle persone per la presenza della palla durante gli allenamenti. Non a caso ne è diventato un po’ il simbolo. Il suo valore terapeutico è particolarmente elevato perché aiuta le persone a migliorare l’equilibrio e la coordinazione. Aiuta a rendere ancora più efficaci le posture classiche, perché inserendola nella pratica fa si che trovare l’equilibrio diventi più difficile e questo porta a un maggior sforzo del corpo, della cintura addominale e in generale della schiena.

Alcuni tipi di pilates

Esistono diversi tipi di pilates, però si distinguono soprattutto in due grandi categorie. Da una parte c’è il pilates con il tappeto, cioè a terra, e dall’altra c’è invece il pilates con le macchine. Le macchine sono diverse ma le più note sono la reformer, che è la base, e la Cadillac, che invece è la più particolare e amata. Entrambe comunque possono essere regolate in base sia al livello di preparazione, sia a quello che è l’obiettivo che si intende raggiungere. La macchina ha lo scopo di accompagnare i movimenti nella maggior parte dei casi ma è perfetta anche per chi invece vuole per esempio realizzare alcuni esercizi che a terra sarebbe impossibile eseguire.

Una delle varianti che va più di moda è il pilates aereo che, oltre a essere molto utile è anche particolarmente divertente, perché unisce i benefici dello yoga e del fitness. Lo strumento in questo caso sono delle altalene di stoffa, permettono di praticare anche gli esercizi più complessi a coloro che soffrono di problemi alla schiena. Il contro però è che è particolarmente faticoso, specialmente all’inizio quando non si è abituati.

Claudia Lemmi

Classe '89, una passato di arte che inizia con un pennello e prosegue con una biro in mano. Oggi sono web writer specializzata nella creazione di contenuti sul benessere, la salute e l'alimentazione.

Articoli correlati

Close